Eventi ed iniziative

Epitaffio della Disfida, i "custodi" rispondono positivamente all'invito

"Con piacere anche quest’anno in molti hanno risposto all’appello lanciato. In maniera affiatata abbiamo pulito e posto una corona di fiori all’Epitaffio della Disfida, il monumento voluto da Ferrante Caracciolo nel 1583"

Cronaca
Trani martedì 13 febbraio 2018
di La Redazione
Il movimento spontaneo #siamosolocustodi
Il movimento spontaneo #siamosolocustodi © Tranilive.it

"La storia ci insegna a partire dai luoghi che la storia l’hanno vissuta, anche se sono lontani e dimenticati. Noi “Siamosolocustodi” e la nostra mission ormai consolidata è di prenderci cura del nostro territorio. Custodire vuol dire essere consapevoli e pronti ad attivarsi per rivalutare e per divulgare . L’anniversario della Disfida di Barletta non può prescindere dalla visita al sito che ha visto combattere i nostri cavalieri".

A scriverlo è Andrea Moselli che ha accompagnato domenica mattina dei "custodi" presso l'epitaffio della Disfida di Barletta. "Con piacere anche quest’anno in molti hanno risposto all’appello lanciato. In maniera affiatata abbiamo pulito e posto una corona di fiori all’Epitaffio della Disfida, il monumento voluto da Ferrante Caracciolo nel 1583 ed eretto nell’agro di Trani. All’iniziativa ha partecipato l’assessore alla Cultura di Trani Felice di Lernia ed è stato bellissimo vedere fra i partecipanti diverse generazioni. Un novello custode di appena dieci anni, Gianluca, ha voluto porre i fiori sul serto bronzeo ormai distrutto. Passioni che nascono e che ci fanno ben sperare".

Lascia il tuo commento
commenti