Sviluppi e precisazioni dopo i fatti del 30 dicembre

La vittima dell'agguato: "Ho sentito rumori e avvertito la ferita al braccio. Non ho visto nessuno"

Il ferito, Antonio Rizzi, non è titolare della pescheria, intestata a Francesco Gerla. Rizzi scrive in redazione: "Le mie uniche dichiarazioni mentre ero frastornato in ospedale"

Cronaca
Trani mercoledì 03 gennaio 2018
di La Redazione
Carabinieri in via Superga
Carabinieri in via Superga © Tranilive.it

Piovono precisazioni dopo i fatti di fine anno 2017 in via Superga dove un uomo è stato ferito da colpi di pistola all'interno di una pescheria. L'avvocato Felice Cuocci precisa che la pescheria, come erroneamente scritto da alcune testate giornalistiche, non è di proprietà del ferito, Antonio Rizzi, ma di Gerla Francesco. "Con la presente si precisa che il sig. Gerla Francesco è l’unico titolare dell’ittica La Perla dell’Adriatico, mentre il sig. Rizzi Antonio, invece, vi lavora con mansioni di operaio" ha scritto il legale.

Scrive in redazione anche il ferito, Antonio Rizzi, precisando: "Le mie uniche dichiarazioni le ho lasciate dopo l'evento mentre ero in ospedale. Ancora frastornato ho dichiarato di non aver visto né riconosciuto il mio aggressore perché ero concentrato sul mio lavoro e stavo di spalle all'ingresso. Ho solo sentito dei rumori e avvertito la ferita al braccio".

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette