Nonno Nicola, ultracentenario, domani compirà 105 anni

Domani 105 anni di Nicola Oreste, riceverà civica benemerenza

La vita ha riservato a Nicola Oreste gioie, ma anche sacrifici e sofferenze, su tutte la prematura scomparsa della prima moglie

Cronaca
Trani mercoledì 08 novembre 2017
di La Redazione
Nicola Oreste, il compleanno del 2016
Nicola Oreste, il compleanno del 2016 © TraniLive.it

Domani, giovedì 9 novembre alle ore 20 presso l’ufficio del sindaco di Trani, a Palazzo di Città, sarà consegnata una civica benemerenza a Nicola Oreste in occasione del raggiungimento del traguardo dei 105 anni di vita. L’onoreficenza “Ordinamenta Maris” sarà consegnata dal sindaco, Amedeo Bottaro, direttamente nelle mani del festeggiato, “la cui lunga vita dedicata alla famiglia ed al lavoro rappresenta un fulgido esempio per la comunità tranese e per le nuove generazioni”. A celebrarlo ci saranno gli 8 figli.

Nato a Trani il 9 novembre del 1912 (da mamma Pasqua Musicco e papà Luigi), Nicola Oreste dall’età di 15 anni ha iniziato a lavorare in segheria. Si è sposato a 22 anni nella parrocchia Ognissanti con Natalina Di Giglio. Ha lavorato anche come scalpellino in un cantiere finché è riuscito a comprare un terreno ed aprire una cava. Negli anni è riuscito ad assumere manovalanza fino al raggiungimento di circa 20 operai alle sue dipendenze. Tra i suoi lavoranti anche un giovanissimo Leone di Lernia: breve parentesi prima di lasciare Trani per trasferirsi a Milano ed inseguire il suo sogno di cantante.

La vita ha riservato a Nicola Oreste gioie, ma anche sacrifici e sofferenze, su tutte la prematura scomparsa della prima moglie. Si risposerà nel 1959 con Isabella Miccoli, dando seguito ad una famiglia cresciuta notevolmente negli anni a venire (9 figli, 8 viventi).

La povertà ha caratterizzato i suoi primi anni di matrimonio. Addirittura per pagare l’ostetrica e permettere la nascita della primogenita Pasqua, si vendette la bicicletta, unico mezzo di trasporto che possedeva. Da imprenditore ha poi dimostrato capacità organizzative e gestionali (qualità che conserva tutt’ora) che gli hanno permesso di cambiare posizione sociale. Amante della buona musica, cultore del buon vino e della cucina meridionale, Nicola Oreste è innamorato della sua città, di cui ne conserva inalterata la memoria storica. Ancora oggi, nonostante qualche acciacco, gira tranquillamente per le strade di Trani, fra i ricordi del passato.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette