"Si diverte a rubare cani di proprietà per seviziarli"

Trani, ecco il "mostro": ruba cani per seviziarli. Ieri è stato salvato Dudi

"Proprio qui, a Trani, non a 5000 km da noi e nemmeno a 500 o a 50, proprio vicino alle nostre case, vicino ai nostri amici animali e vicino ai nostri figli, nipoti o cugini".

Cronaca
Trani sabato 26 agosto 2017
di La Redazione
Dudi, il cane salvato dai volontari del canile
Dudi, il cane salvato dai volontari del canile © n.c.

Sono giorni movimentati per il canile di Trani, vittima di furti e già in gravi difficoltà per le scarse risorse economiche a disposizione. L'ultimo furto, quello di giovedì 24 agosto, non ha riguardato materiale come antiparassitari e antibiotici o scatolette, ma direttamente uno degli ospiti della struttura. I volontari si son sparsi subito voce: "Hanno aperto il recinto del rifugio dall'esterno, c'è la rete tagliata e una scatoletta di carne nel terreno. Un cane è stato recuperato spaventato, l'altro è sparito".

Chiamano le forze dell'ordine, poi, conoscendo il territorio e chi nel bene o nel male, si occupa di cani, hanno un'illuminazione. "C'è un tipo a Trani, di mezza età, che per lungo tempo ha lavorato a stretto contatto con dei bambini. In preda all'effetto di qualche sostanza psicotropa o a chissà cos'altro più di una volta si è divertito a rubare cani di proprietà, a portarli a casa sua per seviziarli" scrivono sulla pagina Facebook del canile.

"Proprio qui, a Trani, non a 5000 km da noi e nemmeno a 500 o a 50, proprio vicino alle nostre case, vicino ai nostri amici animali e vicino ai nostri figli, nipoti o cugini. Appurato questo, lasciamo famiglia e posti di lavoro e in tanti ci rechiamo sotto l'abitazione di questo soggetto, chiediamo informazioni e riceviamo dai vicini la conferma che la mattina presto è stato visto trascinare nel suo portone un cane corrispondente a quello sparito dal rifugio, spaventatissimo. Abbiamo aspettato le forze dell'ordine, abbiamo sporto denuncia e loro stesse trovano il modo di entrare nell'abitazione. Uno spettacolo raccapricciante, un ambiente sporco, fatiscente, disordinato e Dudi, raggomitolato immobile, silenzioso, terrorizzato, traumatizzato e zuppo della sua stessa urina, sotto il letto. Quegli occhi spalancati, intimoriti, speranzosi che il mostro non ritorni, noi non li scorderemo mai e neanche il pianto di sollievo misto a rabbia in cui siamo scoppiati tutti dopo aver visto uscire Dudi da quel tugurio".

Ora i volontari hanno denunciato il tutto, Dudi farà anche una visita dal veterinario per escludere un maltrattamento, ma - scrivono - "se mai ci fosse stato anche quello, scatterà la seconda denuncia e andremo avanti finché non verrà fatta giustizia. Il nostro appello ora è questo: quello che è capitato a noi è già successo ad altri e al momento nessuno può escludere che potrebbe ricapitare, per cui cercate di restare sempre, costantemente in allerta, di non lasciare incustoditi i vostri animali, di non farli girare da soli, di munirli rigorosamente di microchip per eventuali riconoscimenti, di non lasciare nulla al caso, di non voltare le spalle, di non restare zitti di fronte ad episodi o presunti tali di violenza, che sia verso animali o che sia verso persone, perché solo così possiamo fare in modo che questi individui vengano riconosciuti e subiscano tutte le conseguenze delle loro malefatte".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • franca d ambrosio ha scritto il 01 settembre 2017 alle 15:41 :

    mettere su Facebook la foto di questo individuo e chi dovesse conoscerlo fargli una visita (notturna) di cortesia Rispondi a franca d ambrosio

  • magno antonella ha scritto il 29 agosto 2017 alle 18:41 :

    Questo lurido non deve andare in giro libero!!bisogna agire!!!!fate i nomi,se aveva preso il cane del canile allora ha commesso un reato!come si e giustificato?? Rispondi a magno antonella

  • Leonella Leoni ha scritto il 28 agosto 2017 alle 15:38 :

    Denunciare e fotografare il mostro, deve stare in galera, attenzione pedinatelo,i carabinieri chiaramente Rispondi a Leonella Leoni

  • monica merlini ha scritto il 28 agosto 2017 alle 09:16 :

    perfavore non fategliela passare liscia,perfavore Rispondi a monica merlini

  • Francesca Valensise ha scritto il 28 agosto 2017 alle 01:02 :

    Bravi davvero. Ma adesso il tizio continua indisturbato la sua attività? Prenderà randagi, tornerà al canile? C'è una denuncia in procura?? Rispondi a Francesca Valensise

  • Antonella dignazio ha scritto il 28 agosto 2017 alle 00:02 :

    Fateli uscire allo scoperto questi miserabili! Il nome del mostro!!! Rispondi a Antonella dignazio

  • Campigotto daniela ha scritto il 27 agosto 2017 alle 17:55 :

    Se così fosse fate il nome di questo psicopatico Rispondi a Campigotto daniela

  • silvana cesareo ha scritto il 27 agosto 2017 alle 11:55 :

    Vogliamo la sua faccia basta con questa omertà mafiosa Rispondi a silvana cesareo

  • Patrizia bollino ha scritto il 26 agosto 2017 alle 13:20 :

    E al gentil signore,cosa è stato fatto? Rispondi a Patrizia bollino

    silvana festuco ha scritto il 27 agosto 2017 alle 18:25 :

    Probabilmente nulla se e' incensurato, bisogna inasprire le pene, i seviziatori di Angelo sono liberi Rispondi a silvana festuco

    Tiziana DeFeo ha scritto il 27 agosto 2017 alle 08:38 :

    Si articolo racappricciante sto seguendo da Amsterdam.mio nonno era di Trani.Non e' chiaro se l' uomo in questione sia stato arrestato e o multato.avra' un processo spero. Rispondi a Tiziana DeFeo

  • Isabella ha scritto il 26 agosto 2017 alle 12:39 :

    Ma un aiutino x sapere chi è questo letame di soggetto ???! Giusto x guardarlo negli occhi .....Nulla di più! Rispondi a Isabella

    Carla adempi ha scritto il 22 settembre 2017 alle 08:10 :

    Mi sa che abita proprio vicino casa 😓 Rispondi a Carla adempi

Le più commentate
Le più lette