In arrivo le hallacas per far conoscere la tradizione venezuelana

Cilantro Road: la vera "venezuelan experience" è servita, anche a Natale

​Da qualche mese i profumi ed i sapori venezuelani hanno invaso Corato, in particolar modo Piazza Simon Bolivar

Contenuti Suggeriti
Trani giovedì 14 dicembre 2017
Le buonissime hallacas
Le buonissime hallacas © n.c.


Gabriel Garcia ed il suo camioncino itinerante ci avevano già fatto innamorare di arepas, pastelitos e churros on the road. Con l’avvicinarsi del Natale però, Cilantro Road ed il suo staff, nella loro sede stabile in Piazza Simon Bolivar n° 4, hanno deciso di farci respirare un po’ di tradizioni del loro paese di origine per le festività, proponendo altre specialità della cucina venezuelana: le hallacas.

Prima di tutto cosa sono le hallacas?

«La hallaca è uno dei piatti tipici del Natale venezuelano e si comincia a preparare già dai primi di dicembre.

Si tratta di un fagottino di farina di mais ripieno di Guiso, uno stufato di vitello, maiale, gallina, cipolla, peperoni, uvette, capperi e olive, il tutto avvolto in forma rettangolare dalla foglia di platano legata con il filo da cucina. È un piccolo pacchetto regalo che racchiude tantissimi sapori; per questo l’hallaca viene definita “multisapida”».

Cosa simboleggia la preparazione di questo piatto tipico in Venezuela?

«Le hallacas simboleggiano l’unione familiare. Data la preparazione molto laboriosa, tutta la famiglia vi prende parte. Si approfitta delle festività per riunirsi e preparare insieme questo piatto speciale. Diventa una vera e propria festa dove ballare, scherzare, ascoltare musica tradizionale e godersi qualche ora di spensieratezza. Cucinare le hallacas è un rito, un po’ come preparare la salsa qui in Puglia.

La cosa divertente è che ogni famiglia ha la sua ricetta segreta, e spesso capita che, una volta preparate, le hallacas vengano scambiate con altri amici e parenti. Ovviamente tutti sono convinti che la loro sia la ricetta migliore».

Da dove deriva questa parola così particolare?

«L’origine della parola “hallaca” risale al periodo coloniale. Si dice che gli indigeni preparassero uno stufato con diversi carni e lo coprissero con la pasta di farina di mais avvolta nelle foglie di platano e cotto in acqua, un piatto che loro chiamavano "Hayaco Iritari". Sono diverse le teorie del vero significato di questa parola, altri sostengono che “hallaca” derivasse dal dialetto indigena per indicare “avvolto”».

Le hallacas, come tutti i piatti venezuelani, si contraddistinguono per la bellezza dei colori e per la moltitudine di ingredienti diversi, retaggio delle diverse popolazioni che abitano questo splendido paese. Ad esempio la foglia di platano viene utilizzata nella cucina africana, la farina di mais colorata con l’onoto (spezia) viene usata nella cucina indigena, le carni e gli ingredienti come le olive o l’uvetta provengono dalla cucina spagnola.

L’hallaca non è solo un piatto ma un concentrato di sapori ed emozioni.

È possibile prenotare le hallacas da Cilantro Road in Piazza Simon Bolivar n°4 o ai numeri 327-8189734 e 327-8106926.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette