Ospedale di Trani

Trani, l’assessore Di Lernia commenta lo spostamento di oncologia ed ematologia: «Narracci risponda»

«Siamo di fronte all'ennesimo provvedimento unilaterale a discapito della nostra città»

Politica
Trani mercoledì 06 gennaio 2016
di Redazione
L'Ospedale di Trani © n.c.

Condividiamo pienamente l'allarme lanciato da Mimmo Santorsola e invitiamo il direttore generale della Asl Bat a fornire urgenti spiegazioni su una decisione che rappresenta un attacco al diritto alla salute dei cittadini”. L’assessore alle politiche sociali del Comune di Trani, Felice Di Lernia, commenta così le ultime notizie sullo spostamento dell'unità operativa di oncologia ed ematologia da Trani a Barletta.

“E’ quanto mai singolare che la Asl preferisca trasferire reparti e imporre spostamenti ai pazienti piuttosto che attuare la soluzione più logica, ossia quella di trasferire a Trani un dirigente medico, atteso che, come ha evidenziato Santorsola nella sua nota, più professionisti avrebbero manifestato la disponibilità a trasferirsi temporaneamente a Trani. Gradiremmo conoscere, pertanto, i veri motivi che hanno spinto la Asl, con un autentico blitz di fine anno, a prendere questa decisione. Ci aspettiamo che Narracci fughi al più presto i nostri dubbi e ripensi natura e termini di un provvedimento, l’ennesimo, prodotto in maniera unilaterale a discapito della nostra città, senza neanche il dovuto confronto con il territorio”.

“Il Comune di Trani sarà al fianco di Mimmo Santorsola in questa battaglia per la difesa dei diritti della salute e dei pazienti” conclude Di Lernia. 

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette