La curiosità

Gli scambisti della città a fianco

Tra Barletta e Trani una zona dedicata al "car parking sex" e altre trasgressioni

Cronaca
Trani mercoledì 03 febbraio 2016
di Roberto Moscatelli
maschera
trasgressioni © nc

La sesta provincia riesce spesso a stare quasi al passo con Bari in termini di attività e intrattenimento, infatti i bat-cittadini muovendosi sul territorio hanno poco da invidiare ai cittadini del capoluogo pugliese in termini di cinema, locali, e forme di aggregazione sociale. Nella Bat questo discorso vale anche per quella parte di società che naviga acque più profonde e torbide.

In tutta la zona infatti, sono molti i punti di aggregazione nati spontaneamente per incontri a luci rosse di ogni tipo. Non poteva mancare dunque il fenomeno del “car parking sex”, l’uso di incontrarsi in auto in luoghi isolati per trovare flirt occasionali. Succede tra Barletta e Trani, all’uscita della zona industriale tranese “Boccadoro”. Nelle strade dell’isolatissima zona è facile incontrare in quantità automobili che fanno la spola nel buio, per poi lanciarsi segnali e incontrarsi.

I "ruoli"
Cercando nella dimensione sotterranea di internet è possibile scoprire che il fenomeno è governato da un sistema di etichette e segnali: Boccadoro è infatti soltanto uno dei tanti luoghi per questo genere di incontri. Quindi, da quanto si legge sui siti di incontri, scopriamo che nella zona ci sono soprattutto approcci fra persone dello stesso sesso, poi ci sono gli scambisti, i voyeur e le coppie di esibizionisti, sia omo che etero. Questi ultimi sono i partecipanti più rari e più ambiti, a tutto discapito dei voyeurs, che infatti lamentano una diminuzione delle coppie desiderose di “osservatori”.

L'etichetta è importante
Il codice è molto chiaro proprio per evitare quanto più possibile “soprese” o disguidi. Ad esempio, per le coppie il segnale che indica che ci si vuole far guardare è la luce accesa all’interno dell’abitacolo; se qualcuno si avvicina e la coppia spegne la luce significa che la persona non è gradita; un doppio segnale con gli stop significa «avvicinati»; le coppie con la lei ignara del “gioco” tengono accese le luci di posizione.  In linea generale gli amanti di questo genere di incontri preferiscono usare il termine “giocare” per descrivere l’attività con gli altri utenti della comunità.

Provincia che cresce
Tra Barletta e Trani insomma un polo di aggregazione anche per gli amanti della trasgressione in cerca di avventure. La sesta provincia cresce e, come spesso accade, lo si nota anche dalle sue attività “periferiche” e underground.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette